builderall

Il Cinema... sta tornando

non vediamo l'ora di riaverti nostro ospite in sala

Top Gun - Maverick


sala 1




sabato 21 ore 17.00, 19.30, 22.00
domenica 22 ore 16.30, 19.00, 21.30

Sono passati più di trent'anni da quando Top Gun uscì al cinema segnando un grande successo di botteghino e lanciando Tom Cruise nell'Olimpo hollywoodiano. Ora il pilota Pete "Maverick" Mitchell è pronto a tornare per scontrarsi con le sfide del futuro. Abbandonata la lotta alla concorrenza russa da Guerra Fredda, Maverick dovrà infatti vedersela con l'avvento dei droni e da ricorrenti ritorni dal passato. Vecchi e nuovi protagonisti saranno impegnati con quello che viene chiamato "dogfight", ovvero il combattimento tra caccia, con il protagonista che pilota un F/A-18 Super Hornet.
Questo mondo mi ha affascinato, ma non voglio fare un remake. Voglio fare un nuovo film.
Tony Scott, regista del primo capitolo, riguardo le nuove frontiere dell'aviazione.
La sua prematura scomparsa nel 2012 ha rimesso però in discussione molte delle decisioni riguardanti il progetto che per molti anni è stato sull'orlo di essere cancellato.
Joseph Kosinski, regista di Tron: Legacy, Oblivion e Fire Squad - Incubo di fuoco, è stato poi selezionato per portare a termine la missione di rivedere sul grande schermo il pilota di Tom Cruise. Insieme alla star americana tornerà sul set anche Val Kilmer nel ruolo del noto antagonista Tom "Iceman" Kazansky, mentre Miles Teller vestirà i panni del nuovo co-pilota di Maverick, nonché figlio del precedente Goose, scomparso nel primo capitolo.

Proprio l'introduzione di questo personaggio ha reso l'attesa del film ancora più spasmodica: tanti sul web hanno cominciato a paragonare il giovane Anthony Edwards, interprete più di trent'anni fa di Goose, con l'attuale star di Whiplash, notando una notevole somiglianza molto apprezzata dagli amanti dell'originale. In un ruolo ancora poco delineato da mamma single, e probabilmente nuova fiamma di Maverick, si vedrà anche Jennifer Connelly.

Se le scelte dei casting sono state accolte molto bene, non tutto per la produzione è stato così semplice. La morte di Tony Scott ha infatti notevolmente danneggiato il progetto, in quanto l'idea iniziale di riportare Top Gun al cinema era stata proprio proposta dalla Paramount nel 2010 a Scott e Jerry Bruckheimer. Inizialmente per la sceneggiatura si era pensato a Christopher McQuarrie che aveva immaginato il film come una sorta di reboot, con nuovi personaggi e Tom Cruise che appariva in un ruolo minore, come una specie di mentore.

Alla scomparsa di Scott fu proprio l'attore ad intervenire affinché il progetto venisse portato a termine e raccolse l'eredità del suo personaggio sulle sue spalle. Lo script fu affidato così a Peter Craig e Justin Marks che rividero la scrittura dei personaggi.

Gli imprevisti però non sono finiti: inizialmente annunciato per l'estate del 2019, il film sarebbe invece dovuto uscire in sala l'anno successivo, per permettere il perfezionamento di alcune scene di combattimento che richiedevano maggiore accuratezza. Lo scoppio della pandemia e le relative chiusure hanno fatto slittare di mese in mese fino al maggio del 2022. Un'attesa ricompensata solo dal grande schermo offerto alla prima internazionale: quello del Festival di Cannes che ha creato un vero e proprio evento intorno al film e al suo protagonista a cui verrà dedicato anche un omaggio alla carriera.

Regia di Joseph Kosinski. Un film con Tom Cruise, Jennifer Connelly, Jon Hamm, Val Kilmer, Monica Barbaro. Cast completo Genere Azione, - USA, 2022, durata 131 minuti. Uscita cinema mercoledì 25 maggio 2022 distribuito da Eagle Pictures

INFO 01

Il film riporta sul grande schermo Tom Cruise nei panni del celebre Pete "Maverick" Mitchell, già protagonista del film cult degli anni '80, Top Gun.

INFO 02

TOM CRUISE TORNA A VOLARE.

Il Cinema... sta tornando


sala 2




venerdì 20 ore 21.30
sabato 21 ore 22.00
domenica 22 ore 19.00

non vediamo l'ora di riaverti nostro ospite in sala

L'Arma dell'Inganno - Operazione Mincemeat

Londra, 1943. Gli ufficiali Ewen Montagu e Charles Cholmondeley, membri dell'MI5 che sviluppa durante la guerra un sistema efficace di controspionaggio (Double Cross), escogitano un piano improbabile quanto ingegnoso per ingannare i nazisti e fargli credere che gli alleati sbarcheranno in Grecia invece che in Sicilia. Lo stratagemma consiste nel lasciare andare alla deriva, in prossimità della costa spagnola, il cadavere del maggiore William Martin, fornito di un fascicolo d'informazioni che attestano la sua esistenza e il falso piano di invasione. Il maggiore in questione è in realtà un povero diavolo morto avvelenato e 'prestato' alla patria che gli inventa una nuova identità. A guidare l'operazione Mincemeat, con Montagu e Cholmondeley ci sono anche Ian Fleming, il padre di James Bond, e Jean Leslie, segretaria dei servizi segreti che ispira il romance di William Martin e innamora perdutamente i due ufficiali. Tra dolori intimi e dovere patriottico, i nostri faranno l'impresa.
Dopo The Imitation Game e L'ora più buia, il cinema inglese ritorna dietro le quinte della Seconda Guerra Mondiale per raccontarci una delle operazioni di controspionaggio più rocambolesche della storia.
Un'operazione 'segreta' e lontana dalle strategie militari tradizionali, legata a filo doppio allo sbarco degli Alleati in Sicilia nel 1943. L'arma dell'inganno lascia fuori campo l'orrore della battaglia e penetra uno spazio interdetto, il backstage di un imbroglio di cui rompe intenzionalmente la magia per mostrarci come si fabbrica un trucco e si salva il mondo all'insaputa del mondo. E davanti alla loro incommensurabile solitudine, gli eroi di questa storia non hanno altra scelta che aggrapparsi alla finzione per esistere.

Film di guerra che cede le sue prerogative alla spy story, L'arma dell'inganno punta tutto sulla sua 'storia vera improbabile', che richiese una logistica complessa per creare dal nulla una vita coerente e un'esca irresistibile per il nemico. Basta questo a giustificare John Madden alla regia. Il regista di Shakespeare in Love, racconto immaginario della gioventù del Bardo e riflessione in cui la realtà irriga la fiction e viceversa, serve diligentemente uno dei più grandi depistaggi della guerra clandestina, una manovra tattica così precisa e plausibile da abbindolare lo stato maggiore tedesco. Il trattamento resta però accademico e incapace di dare forma e sfumature a quell'episodio vertiginoso, su cui il film riposa e in cui confida forse troppo.

Persino Colin Firth, Darcy in Orgoglio e pregiudizio della BBC, e Matthew Macfadyen, Darcy in quello cinematografico di Joe Wright, sembrano aver smarrito il loro romanticismo e la pratica della materia romantica sotto la direzione di Madden.

Regia di John Madden. Un film con Colin Firth, Matthew MacFadyen, Kelly MacDonald, Penelope Wilton, Johnny Flynn. Cast completo Titolo originale: Operation Mincemeat. Genere Drammatico, - USA, 2022, durata 128 minuti. Uscita cinema giovedì 12 maggio 2022 distribuito da Warner Bros Italia. 

INFO 01

Due ufficiali usano degli stratagemmi per sconfiggere i nazisti.

INFO 02

FILM DI GUERRA DAL TAGLIO ACCADEMICO CHE CEDE LE SUE PREROGATIVE ALLA SPY STORY

Il Cinema... sta tornando

non vediamo l'ora di riaverti nostro ospite in sala

Doctor Strange - Nel Multiverso della Follia


sala 2



venerdì 20 ore 21.30
sabato 21 ore 17.00, 19.30
domenica 22 ore 16.30, 21.30

Finora la cosiddetta fase 4 del Marvel Universe Cinematografico (MCU) è stata poco coesa, con storie per lo più autonome tra cinema e Tv, ma le cose stanno per cambiare con Doctor Strange nel multiverso della follia. Il film infatti riprende elementi introdotti nei capitoli precedenti, in particolare le varianti di uno stesso personaggio da altre linee temporali di Loki, l'evoluzione di Wanda che ha perso i propri figli ed è divenuta la Scarlet Witch in WandaVision, e i portali verso il multiverso di Spider-Man: No Way Home.
Il film racconta di Stephen Strange, geniale mago che, dopo i recenti eventi del terzo capitolo di Spider-Man, è tormentato da incubi su una misteriosa minaccia da altre dimensioni. Per questo si affida alla sua amicizia con Wong e recluta l'aiuto della potentissima Wanda, la Scarlet Witch.
I trailer del film hanno creato sempre più interesse e l'ultimissimo trailer ha confermato quello che i fan hanno sospettato non appena hanno riconosciuto la voce (e l'orecchio!) di Patrick Stewart: Stephen Strange incontrerà la versione MCU degli illuminati. Nei fumetti si tratta di un gruppo di eroi Marvel che hanno ritenuto di doversi ergere a custodi di numerosi segreti, tanto da agire nell'ombra e manipolare l'intera comunità dei supereroi. Qui il loro ruolo sarà probabilmente diverso, ma la cosa importante è che si tratta di potenti supereroi di vari mondi, che come sembrano includere Charles Xavier degli X-Men potrebbero comprendere anche varianti degli Avengers, da Iron Man in giù. Che rimangano easter egg o siano l'inizio di qualcosa, come l'atteso arrivo dei mutanti Marvel nell'MCU, rimane da vedere, ma di certo manderanno in solluchero i fan - non a caso la promozione si è guardata bene dal mostrarli per non guastare la sorpresa.
Oltre a Strange, Wong e Wanda, tornerà anche l'amico-nemico Mordo e strada facendo il gruppo incontrerà una ragazza capace di saltare tra le dimensioni: America Chavez. Interpretata dalla sedicenne Xochitl Gomez, questa eroina transdimensionale, lesbica e latina è uno degli ormai pochi membri mancanti degli Young Avengers nell'MCU, quindi la rivedremo senz'altro in futuro.

Regia di Scott Derrickson, Sam Raimi. Un film con Benedict Cumberbatch, Elizabeth Olsen, Chiwetel Ejiofor, Benedict Wong, Xochitl Gomez. Cast completo Titolo originale: Doctor Strange in the Multiverse of Madness. Genere Azione, - USA, 2022, durata 126 minuti. Uscita cinema mercoledì 4 maggio 2022 distribuito da Walt Disney.

INFO 01

Doctor Strange, con l'aiuto di vecchi e nuovi alleati mistici, attraversa le complesse e pericolose realtà alternative del Multiverso per affrontare un nuovo avversario misterioso.

INFO 02

L'MCU APRE IL MULTIVERSO E SPINGE I SUOI CONFINI OLTRE QUANTO ABBIA MAI FATTO IN PASSATO.

Il Cinema... sta tornando

non vediamo l'ora di riaverti nostro ospite in sala

House of Gucci

Sala 1

 

giovedì 06 ore 18.30
domenica 09 ore 18.30

Anni '70. Patrizia Reggiani conosce a una festa Maurizio Gucci, rampollo della dinastia Gucci, una tra le piu` celebri nel mondo della moda. Nasce una storia d'amore, dapprima osteggiata dal patriarca della famiglia, Rodolfo Gucci, ma poi arriva il matrimonio e la prole. La sfrenata ambizione della donna, che vorrebbe indirizzare le politiche aziendali del marchio Gucci, la porterà a tessere spericolate strategie, come quelle con lo zio del marito, Aldo Gucci, che incrineranno i rapporti familiari, innescando una spirale incontrollata di tradimenti, decadenza, vendette. Fino a un tragico epilogo che è cronaca nera, e vera, del nostro paese.
La nuova parabola sul potere di Ridley Scott è un fiammeggiante melodramma su una famiglia che implode. Una discesa agli inferi sostenuta da eccellenti prove attoriali, in primis quella di Lady Gaga.
House Of Gucci è la telenovela della dinastia Gucci oppure la dinastia Gucci è la telenovela di House Of Gucci? Insomma sì, naturalmente, tutt'e due le cose perché il film di Ridley Scott è una vera e propria soap su una realtà che ne aveva tutti i caratteri. In questo senso il regista britannico, che ha appena compiuto 84 anni, firma un film libero e molto contemporaneo che dialoga con il suo recentissimo The Last Duel per il discorso sul potere in cui, a prescindere evidentemente dal capitalismo finanziario comunque vivisezionato nel precedente Tutti i soldi del mondo, il pesce piccolo è mangiato dal più grande anche, soprattutto?, in ambito familiare (ogni accenno a Il Padrino è voluto).

Ed è proprio su questo aspetto, sulla trinità "nel nome del padre, del figlio e della famiglia Gucci", che il film si concentra. I meccanismi messi in moto da una grande azienda, ma a carattere familiare, vengono minuziosamente smontati da Ridley Scott che si abbandona completamente, essendone però l'artefice, al lavoro degli attori.

La macchina da presa segue Lady Gaga, lacca in testa, diventare Patrizia Reggiani e prendersi così tutto il film, ogni sequenza, ogni primo piano con quei fulminanti lampi negli occhi. È l'attrice perfetta che abbiamo conosciuto in A Star Is Born e che dimostra enormi potenzialità se solo lasciasse perdere la musica.

Regia di Ridley Scott. Un film Da vedere 2021 con Lady GaGa, Adam Driver, Jared Leto, Jeremy Irons, Al Pacino, Camille Cottin. Cast completo Genere Drammatico, - USA, 2021, durata 158 minuti. Uscita cinema giovedì 16 dicembre 2021 distribuito da Eagle Pictures. 

INFO 01

Il fatto di sangue che ha colpito la nota famiglia italiana della moda con l'assassinio del pioniere Maurizio Gucci il 27 marzo 1995

INFO 02

UNA VERA E PROPRIA SOAP CHE METTE IN SCENA IN MANIERA LIBERA E CONTEMPORANEA UNA DISCESA AGLI INFERI

Il Cinema... sta tornando

non vediamo l'ora di riaverti nostro ospite in sala

Don't Look Up

Sala 1

 mercoledì 08 ore 18.30, 21.30
giovedì 09 ore 21.30
venerdì 10 ore 21.30
sabato 11 ore 16.30, 22.00
domenica 12 ore 16.00, 21.30
lunedì 13 chiuso
martedì 14 ore 21.30

La laureanda in astronomia Kate Dibiasky (Jennifer Lawrence) e il professor Randall Mindy (Leonardo DiCaprio) fanno una straordinaria scoperta: una cometa in orbita all'interno del sistema solare. Il primo problema è che si trova in rotta di collisione con la Terra. E l'altro? La cosa non sembra interessare a nessuno. A quanto pare, avvisare l'umanità di una minaccia delle dimensioni del monte Everest rappresenta un evento scomodo da affrontare. Con l'aiuto del dottor Oglethorpe (Rob Morgan), Kate e Randall partono per un tour mediatico che li porta dall'ufficio dell'indifferente presidente Orlean (Meryl Streep) e del suo servile figlio nonché capo di gabinetto Jason (Jonah Hill), fino alla stazione di The Daily Rip, un vivace programma del mattino condotto da Brie (Cate Blanchett) e Jack (Tyler Perry). A sei mesi dall'impatto della cometa, gestire continuamente le cronache e catturare l'attenzione del pubblico ossessionato dai social media prima che sia troppo tardi risulta essere un'impresa incredibilmente comica. Cosa spingerà il mondo intero a guardare in alto?

Regia di Adam McKay. Un film con Timothée Chalamet, Leonardo DiCaprio, Melanie Lynskey, Jennifer Lawrence, Cate Blanchett. Cast completo Genere Commedia, - USA, 2021, durata 145 minuti. Uscita cinema mercoledì 8 dicembre 2021 distribuito da Lucky Red 

INFO 01

La commedia racconta la storia di due scienziati che si accorgono di un meteorite in rotta di collisione con la Terra

INFO 02

CAST STELLARE PER MCKAY

Il Cinema... sta tornando

non vediamo l'ora di riaverti nostro ospite in sala

L'Uomo dei Ghiacci


giovedì 02 ore 21.30
venerdì 03 ore 21.30
sabato 04 ore 20.00, 22.00
domenica 05 ore 19.30, 21.30
lunedì 06 ore 21.30

Una fuga di metano causa un'esplosione in una miniera della provincia canadese di Manitoba. Per salvare i minatori intrappolati non resta che tentare un'impresa disperata: trasportare una testa di pozzo di diverse tonnellate fino alla miniera, guidando su un lago ghiacciato nella stagione primaverile, quando il ghiaccio non è poi così spesso. I rischi sono enormi, tanto che partono tre camion diversi sperando che almeno uno di loro ce la faccia. Tra i vari team alla guida c'è una coppia di fratelli: uno camionista esperto e l'altro meccanico reduce dall'Iraq e affetto da afasia per sindrome post-traumatica da stress.
Action thriller proletario, L'uomo dei ghiacci - The Ice Road trova a tratti una genuina tensione, ma è pedante nel barrare quasi tutte le caselle della correttezza politica contemporanea ed è piagato da una sceneggiatura imbarazzante.
C'è il camionista nero, quella nativa americana e il reduce traumatizzato a cui medici cattivissimi cercano di rifilare farmaci oppiacei che generano dipendenza alla prima occasione. Per fortuna sua fratello non si lascia raggirare e riesce a portarlo via dal diabolico ospedale, ma il reduce non è solo una vittima, e anzi in linea con la vulgata anti-abilista dei nostri giorni si dimostra estremamente capace come meccanico e, ancora di più, come essere umano. Manca solo la quota queer, forse quella meno adatta al pubblico di Liam Neeson, action hero della terza età che dopo i vari Taken piace molto ai conservatori. Qui si ritaglia un ruolo alla Clint Eastwood, da americano colletto blu che sa stendere bulli e affaristi senza scrupoli con un pugno. Avrà però il suo bel daffare contro un villain più duro a morire di un Terminator.

Quando le cose si mettono male per il personaggio di Neeson, e si accorge di essere stato raggirato, enuncia con tono ponderoso: «Mi hanno fatto arrabbiare». Da quel momento infatti non ce ne sarà più per nessuno, non c'è frattura del ghiaccio, valanga o sparatoria che possa fermarlo. Inarrestabile a dispetto dell'età e di un tuffo nell'acqua da ipotermia immediata, il camionista non ha un passato e non crede in un futuro, è una sorta di straniero senza nome e senza pistola (sarebbe politicamente criticabile!), che però se ne rimedia una la sua usare benissimo. Può invece armarsi la camionista indiana, che ha dalla sua la giustizia di tutte le minoranze e che sarà vittima da manuale del pregiudizio dei maschi bianchi di turno. Ci sono poi i minatori che devono con fatica dimostrare solidarietà di classe e affrontare, senza perdere la dignità, un destino che si prospetta assai tragico. E c'è l'imprenditore senza scrupoli che risparmia sulla sicurezza, ma non bada a spese per ingaggiare ed equipaggiare spie e assassini.

Regia di Jonathan Hensleigh. Un film con Liam Neeson, Laurence Fishburne, Marcus Thomas, Amber Midthunder, Benjamin Walker. Cast completo Genere Azione, - USA, 2020, durata 109 minuti. Uscita cinema giovedì 2 dicembre 2021 distribuito da Bim Distribuzione

INFO 01

Action thriller proletario, L'uomo dei ghiacci - The Ice Road trova a tratti una genuina tensione

INFO 02

Dopo che una miniera di diamanti è crollata nelle regioni settentrionali del Canada, un autista conduce una missione di salvataggio impossibile su un oceano ghiacciato.

Il Cinema... sta tornando

non vediamo l'ora di riaverti nostro ospite in sala

Sing 2

 
giovedì 06 ore 17.00
sabato 08 ore 17.30
domenica 09 ore 17.00

Buster Moon crede nel proprio gruppo di lavoro, non ha dubbi che Rosita, la maialina piena di figli, possa fare la protagonista di un grande musical, né che Gunter, il maiale nordico, possa inventare uno show all'altezza di Jimmy Crystal. Sì, perché è proprio a Redshore City, la capitale dello showbusiness, che Moon vuole andare, per convincere il famoso produttore che farebbe bene a scommettere su di loro. Poco importa se dovrà inventarsi uno stratagemma per arrivare al suo cospetto. E magari assumere la sua poco dotata figlia Porscha. E persino impegnarsi a riportare sul palco un mito della musica che non si fa più vedere da quindici lunghi anni: Clay Calloway.
Ci sono vari modi di concepire un sequel dal punto di vista narrativo. Trattandosi di spettacolo e di competizione canora, Sing 2 sceglie giustamente di cavalcare il tema, puntando più in alto.
Non più il teatro di provincia, dunque, dove Moon e la sua squadra hanno dimostrato di essere dei fuoriclasse assoluti, ma "la grande città", dove non sono che dei provinciali, senza look e senza esperienza, costretti a dover dimostrare da capo di potercela fare, di avere la stoffa per impressionare un pubblico mille volte più ampio ed esigente.

In breve i nostri devono superare ancora una volta un'audizione, ma Mr Crystal è tutto il contrario del gentile e comprensivo Moon. La sfilata degli aspiranti ed esclusi è una delle sequenze più belle e divertenti del film, coronata dalla sontuosa coreografia dei fenicotteri, degna della MGM dei tempi d'oro. Ma al di là del divertimento, la sequenza in oggetto fa di più: alza l'asticella. I nostri non potranno certo portare le margheritine sorridenti del loro "Alice nel Paese delle Meraviglie". Dovranno fare di meglio. La Illumination Entertainment dovrà fare di meglio. Puntare più in alto, appunto.

Non è un mistero che ci riusciranno, ma quel che importa è come. Perché sarà anche prevedibile (o meglio, codificato) ma Sing 2 è anche ottimamente scritto. Lo show si costruisce sulle emozioni dei personaggi, sul loro presente, e in base ad una concezione del lavoro artistico che non rinuncia mai alla trasparenza e alla valorizzazione di ciò che ognuno sa fare meglio. Per questo, alla fine, il numero di Porsha risulta il più bello e vibrante di tutti, con l'aiuto insospettabile di un'infinita squadra di minuscoli lavoratori nottu
rni.

Regia di Garth Jennings, Christophe Lourdelet. Un film Da vedere 2021 con Frank Matano, Jenny De Nucci, Valentina Vernia, Zucchero, Matthew McConaughey. Cast completo Titolo originale: Sing 2. Genere Animazione, Commedia, - USA, 2021, durata 114 minuti. Uscita cinema giovedì 23 dicembre 2021 distribuito da Universal Pictures

INFO 01

I protagonisti di Sing lasciano il Moon Theatre per approdare ad un palcoscenico più grande

INFO 02

UN MUSICAL AD ALTO TASSO DI INTRATTENIMENTO. LA ILLUMINATION SI SFIDA DA SOLA E SUPERA BRILLANTEMENTE LA PROVA

In attesa di una data di riapertura certa, dobbiamo e vogliamo tener viva la magia del cinema nella mente degli spettatori e ricordare loro che l’esperienza della sala cinematografica è insostituibile.
In questo momento siamo purtroppo costretti a tenerla in sospeso, ma tornerà quanto prima e siamo sicuri che dopo un così lungo periodo di pausa le emozioni che proveremo al ritorno in sala saranno ancora più forti e significative.
#soloalcinema

 

Cinema Multisala Tirreno
Via Bruno Buozzi, 9, 57023 Cecina LI
0586 681770


Cinema Moderno
Viale Italia 4, 57023 Cceina LI
0586 680299


sito realizzato da Andrea Cintelli